Il Blog di Schola Mundi

RELAZIONE ANNUALE SULLE ATTIVITA' DELLA CADEP A MWESO IN PARTNERSHIP CON SCHOLA MUNDI Roma

Progetto Educazione all'Igiene e alla Salute a Mweso

RELAZIONE ANNUALE SULLE ATTIVITA' SVOLTE NELLA LOCALITA' DI MWESO E DINTORNI IN PARTNERSHIP CON L'ASSOCIAZIONE SCHOLA MUNDI Italia

  1. Introduction

Il nostro sogno è diventare protagonisti del nostro cambiamento. Abbiamo iniziato circa quindici anni fa. Ma diventare protagonisti del nostro cambiamento non è facile.

Dobbiamo porci la seguente domanda fondamentale: vogliamo cambiare chi e cosa? Con chi e come lo faremo? Le nostre risposte provvisorie e forse non convincenti potrebbero essere le seguenti: vogliamo cambiare le persone esortandole a cambiare mentalità. Vogliamo cambiare alcune cose nel nostro ambiente intraprendendo attività che migliorino o semplifichino la vita ai cittadini, come per esempio l'istruzione. Ma dobbiamo ammettere che questo compito non è facile. Richiede molto lavoro e molte risorse. Ecco perché non possiamo farcela da soli. Dobbiamo unirci e mettere in comune le nostre forze e le nostre esperienze. È per questo che i membri dell'associazione Schola Mundi uniscono i loro sforzi a quelli dei membri dell'associazione CADEP nella realizzazione di alcuni progetti a Mweso.

I nostri progetti sono i seguenti:

1) Il progetto di sensibilizzazione dei membri della comunità all'igiene e alla lotta contro le malattie da virus Ebola e Corona;

2) Il progetto di sviluppo dell'orticoltura per le donne vulnerabili di Mweso;

3) Il progetto Radio Mwangaza;

4) Il progetto di installazione e gestione dell'apiario educativo a Kiusha;

5) Il progetto del laboratorio di cucito.

  1. PRESENTAZIONE SINTETICA DELLE ATTIVITÀ SVOLTE E DEI RISULTATI RAGGIUNTI NEL 2022

Nell'ambito di questa relazione, adottiamo la presentazione delle attività e dei risultati raggiunti dai progetti.

  1. Il Progetto di “Sensibilizzazione alle Buone Pratiche Igienico-Sanitarie delle Comunità” per la lotta contro l'Ebola e il Corona Virus

Come negli anni precedenti, anche quest'anno abbiamo svolto attività di routine, ovvero l'organizzazione di incontri di valutazione, attività di sensibilizzazione sul campo e la distribuzione di saponi. Quest'anno, queste attività e i relativi risultati sono riassunti nella tabella seguente:

Tabella N°1: Attività annuali e risultati del Progetto di Sensibilizzazione all’Igiene e al Controllo delle Malattie da Ebola e Corona Virus.

Numero di incontri per la valutazione

Numero degli incontri per la sensibilizzazione

Numero

dei saponi

distrubuiti

Numero

delle famiglie

raggiunte

Media

delle persone

raggiunge

4

226

16 852

3 562

50 388

Nota: diversi membri delle famiglie sono stati sensibilizzati più volte e hanno ricevuto sapone in diverse occasioni.

Durante le sessioni di sensibilizzazione, gli operatori comunitari sono tornati sul problema della malattia da coronavirus e sulla importanza delle buone pratiche igienico-sanitarie per prevenire questa pandemia.

Ricordiamo che queste buone pratiche sono:

  • Lavarsi le mani con sapone o cenere ogni volta che tocchi persone o cose;

  • Evitare di salutarsi stringendosi la mano o abbracciandosi;

  • Evitare gli assembramenti;

  • Evitare di muoversi per incontrare le persone, ma usare spesso i telefoni per comunicare;

  • Quando si tossisce, farlo sotto un fazzoletto o sotto il gomito;

  • Quando si nota una persona che presenta i seguenti sintomi: mal di testa, mal di gola, affaticamento, dolori, mal di stomaco, ecc., invitarlo a recarsi rapidamente al centro sanitario più vicino o all'ospedale generale per una visita di controllo.

Nel complesso, le persone hanno apprezzato molto il coinvolgimento di CADEP nel processo di prevenzione del Corona Virus. Tuttavia, dato il numero limitato di famiglie selezionate rispetto alla popolazione della città, ciò non ha creato frustrazione per quelle famiglie che non sono state coinvolte dal programma. Certamente, sarebbe stato impossibile per noi contattare tutti. Inoltre, alcune famiglie erano numerose (tra 8 e 15 persone). La distribuzione di un sapone al mese sembra insignificante. Ma  abbiamo opportunamente evidenziato questo aspetto insistendo sul fatto che innanzitutto ci sono i  cittadini che hanno l'obbligo di tutelarsi e che il nostro contributo costituisce un sostegno aggiuntivo agli sforzi della popolazione.

  1. Il progetto “Gli Orti di Mweso” per lo sviluppo dell'orticoltura per le donne vulnerabili di Mweso

Questo progetto risale a diversi anni fa. Risale ai primi anni di collaborazione con Schola Mundi. L'obiettivo è coinvolgere le donne vulnerabili di Mweso, in particolare gli sfollati dei campi situati sulla collina di Bushanga, a cercare soluzioni alimentari attraverso attività agricole e di orticoltura.

Quest'anno abbiamo condotto una stagione di orticoltura su un ettaro affittato nella concessione del Sig. Sadro. Le colture praticate sono quelle dei cavoli e delle melanzane.

Tabella n°2: Produzione di ortaggi effettuata nel corso dell'anno 2021

SPECULATION

QUANTITE (tonnes)

01

Cavolo

4,,6

02

Melanzane

3,2

 

TOTAL

7,8

 

Nota: I cavoli non hanno dato una produzione soddisfacente. Nella località c’è stato un ritardo delle piogge, mentre le colture sono state installate su un terreno che ha causato ristagni idrici e perdita di parte delle colture.

La produzione di melanzane è comunque continua. La raccolta continuerà probabilmente fino ad agosto. La produzione è stata utilizzata per migliorare la sicurezza alimentare nelle famiglie dei membri beneficiari.

  1. Il Progetto  Radio Mwangaza 

La radio Mwangaza è un vero e proprio strumento di comunicazione locale. Svolge un ruolo importante nella comunicazione di eventi e fenomeni della nostra società. Quest'anno la radio ha coperto un'area di circa 20 km2 con una popolazione di ascolto stimata di 150.000.

Tabella n° 3. Programma giornaliero delle attività radiofoniche di Mwangaza

Ore di programmazione

Programmi

Responsabile del programma

Osservazioni

6 h00- 6h 30

 

 

6h 30- 6h 45

 

 

 

6h45- 7h00

 

7h00- 7h 30

 

 

7 h30- 7h45

 

7h 45- 8h00

 

 

8h00.

 

 

 

15h00 - 15h 45

 

 

15h45 - 16h00

 

 

16h00 -16h 45

 

 

16h45 -17h00

 

18h00 - 18h45

 

 

 

18h45 -19h00

 

19h00 - 19h45

 

 

19h45 - 20h00

 

20h00 -  20h45

 

 

 

 

 

20h45 -  21h00

 

 

21h00 -  à 21h45

 

 

21h45 – 22h00

 

22H00

 

Chansons religieuses : cantiques matinaux 

 

1ere tranche des communiqués

 

 

 

Pensée du jour

 

Rediffusion Emission Muke mwema (la bonne femme).

 

Chansons classiques

 

Commentaires sur les faits du jour et parole aux auditeurs

 

Fin des émissions matinales.

 

 

 

Chansons vespérales.

 

 

Communiqués divers

 

 

Mafiga ya kwetu (la cuisine de chez- nous).

 

Pause musicale vespérale

 

Afia na  Maendeleo Kwetu (Santé et developpement chez –nous)

 

 

Pause musicale

 

Malisho bora (la bonne alimentation.

 

 

Pause musicale

 

Enregistreraient et rediffusion :kujenga amani kwa utulivu kwetu(construire la paix en toute sérénité  chez-nous)

 

 

 

Pause musicale

 

 

Place aux églises locales :Prédication

 

 

Pause musicale.

 

Emission :Mulimo na maendeleo

 

Fin des émissions vespérales

Joli Paracetamol

 

 

 Joli Paratemol

 

 

 

Roger Habineza

 

Mwamini Kasongo

 

 

 

 

Joli Paracetamol

 

 

 

 

 

 

Joli

 

 

Marie – Maombi

 

 

 

 

 

 

 

nfirmiers et Médecins HGR/Mweso

 

 

 

 

 

Nutritionniste  Zone de santé de Mweso

 

Maître Aimable

 

 

Joli Paracetamol

 

 

 

 

 

Enregistrement et rediffusion

 

 

 

 

 

Enregistrement et rediffusion.

 

  

  1. Progetto per l'installazione e la gestione del “ Apiario Didattico “ a Kiusha per il miglioramento dell'apicoltura nel territorio di Mweso

Questa attività è iniziata nella seconda metà del 2021.

Abbiamo 10 alveari tradizionali. Abbiamo già ottenuto un solo raccolto. Il secondo arriverà presto, a febbraio di quest'anno.

Il titolare della falegnameria che avrebbe dovuto fornirci le arnie in legno di tipo keniota non si trova più da quando c’è stata l'eruzione vulcanica, dopo che aveva ricevuto una somma di denaro (il 60%) per l'ordinativo. Dobbiamo quindi, purtroppo, trovare localmente la possibilità di raccogliere la somma di denaro per effettuare l'ordine altrove.

  1. Installazione e gestione di un “Laboratorio di taglio e cucito”per la formazione di giovani artigiani

Questa attività è iniziata nella seconda metà del 2021. Consiste nella formazione di giovani artigiani per la produzione e la vendita di articoli, a partire da quelli necessari nel periodo della pandemia, a un prezzo calmierato, accessibile alla popolazione di Mweso.

I servizi e prodotti da fornire sono:

  • Produzione e vendita di mascherine igienico-sanitarie ad un prezzo accessibile alle popolazioni;

  • Realizzazione e vendita di uniformi scolastiche per gli studenti della zona;

  • Confezione e vendita di abiti da lavoro, divise dei gruppi culturali e dei cori nonché degli abiti cerimoniali speciali (matrimoni, battesimi, compleanni, difese, convocazioni di laurea, uscite politiche, ecc.).

Questo è il rapporto di produzione e vendita al 20 dicembre 2021

Natura del prodotto confezionato

Numero di pezzi confezionati

Numero di pezzi

venduti

Prezzo unitario per pezzo (FC)

Ricavo totale

(FC)

01

Mascherine

314

280

250

70 000

Il Laboratorio ha in cassa un importo di 45.000 franchi congolesi.

  1. DIFFICOLTA’ RISCONTRATE

Nel corso del 2021 abbiamo incontrato alcune difficoltà.

La prima difficoltà è quella relativa all'insicurezza nei villaggi periferici della città di Mweso. In effetti c'era dissidenza all'interno del gruppo armato locale CMC Nyatura. I dissidenti si sono scontrati con elementi fedeli al generale Domi nei villaggi di Kanyangohe, Mushebere, JTN. Molte famiglie sono fuggite dalle loro case per trovare rifugio a Mweso.

Questi incidenti si sono verificati dopo le fallite operazioni di resa dei gruppi armati locali alle FARDC. Attualmente, la popolazione continua a subire vessazioni continue da gruppi armati.

Inoltre, le truppe governative non sono ancora in grado di neutralizzare e disarmare i gruppi armati dato il loro numero molto elevato e la mancanza di mezzi dissuasive.

La seconda difficoltà è la scomparsa del falegname al quale avevamo commissionato gli alveari migliorati. Infatti, durante l'eruzione vulcanica, il falegname al quale avevamo ordinato gli alveari migliorati di tipo keniota, è fuggito e non è tornato. Abbiamo chiesto informazioni, le nostre fonti informano che è un cittadino di Bukavu. Gli avevamo dato un anticipo di 450 dollari.

La terza difficoltà è quella legata alle forti piogge che hanno provocato un ristagno di parte del nostro campo di orticoltura. Quasi la metà dei raccolti è stata sommersa dall'acqua a seguito delle forti piogge cadute sulla regione di Mweso nei mesi di novembre e dicembre. Eppure questi mesi sono tradizionalmente conosciuti come periodi con poca pioggia e quindi preannunciatori della breve stagione secca che copre i mesi di gennaio e febbraio. Sono queste le conseguenze del cambiamento climatico? È difficile dirlo.

La quarta difficoltà è la recrudescenza della pandemia del corona virus. Infatti, durante quest'anno abbiamo assistito all'arrivo della terza ondata e del calendario. L'anno è stato segnato soprattutto dalla comparsa della variante di origine congolese. Nonostante ciò, ad oggi, la città di Mweso è stata risparmiata dal Covid.

La quinta difficoltà è l'interruzione prematura dell'elettricità nella città di Mweso a causa della cattiva rete di trasporto (pali di legno) e degli impianti di produzione elettrica artigianali. Ciò non consente un uso ottimale della radio. Attendiamo la promessa dei tedeschi per la riabilitazione della microcentrale.

L'ultima difficoltà è quella relativa alle risorse finanziarie dell'associazione CADEP. Ad ottobre, infatti, si è concluso uno dei grandi progetti realizzati da CADEP. Attualmente, l'associazione è davvero senza risorse. Per il funzionamento, ciò pone serie difficoltà per l'acquisto di carburante, per il pagamento dell'affitto per l'ufficio di Goma o addirittura per garantire la mobilità tra Goma e Mweso.

A causa dei fondi esauriti anche i nostri asili nido rischiano di essere abbandonati perché non ci sono più soldi per pagarli.

  1. CONCLUSIONE

Giorno per giorno si costruisce il patto di solidarietà tra le popolazioni di Mweso e quelle di Roma attraverso tutto questo pacchetto di attività svolte prima e durante l'anno 2021. I risultati che abbiamo raggiunto nella loro diversità e quantità sono molto incoraggianti. . Certo, ci sono ancora molte necessità data la situazione di povertà pronunciata, insicurezza persistente e la crisi sanitaria creata dalla pandemia di Covid 19. La cosa più importante è non farsi spaventare dall'immensità dei bisogni ma impegnarsi a trasformare le menti in modo che ognuno prende coscienza del proprio obbligo di migliorare le proprie condizioni di vita. Il pacchetto di attività svolte con il supporto dell'associazione Schola Mundi costituisce uno dei pilastri delle realizzazioni del CADEP nella regione di Mweso in questo periodo. Certo, si tratta di attività su piccola scala, ma a volte provocano cambiamenti spettacolari.

Ringraziamo, dal profondo del nostro cuore, i membri dell'associazione Schola Mundi e più in particolare il presidente dell'associazione per l'impegno preso a favore delle popolazioni di Mweso. Questa grande simpatia non può che meritare la nostra gratitudine.

 

Goma, 12 gennaio 2022.

MUJOGO KANYAMUHANDA Viateur

Coordinatore esecutivo di CADEP 

Autore: Vito Conteduca - 16/1/2022



L'educazione è un diritto fondamentale, così come il diritto a nutrirsi.

Sostienici: Schola Mundi Onlus - IBAN: IT83 R083 2703 2050 0000 0019 636 - 5x1000 al C.F. 97695180584

Tutte le foto del sito sono originali e scattate dai nostri ragazzi o dai nostri amici.

scholamundi@gmail.com

Seguici anche su:

Area riservata: Accedi